Indietro  Ricerca per famiglia botanica
VISUALIZZA SU MOBILE

informazione  Selezionando una delle famiglie botaniche dalla casella sottostante si otterrà una lista delle erbe appartenenti alla famiglia botanica scelta.


DESCRIZIONE Simaroubaceae

Formula fiorale: K (5), C 5, A 5+5, G (5)

La famiglia delle Simaroubaceae comprende specie arbustive ed arboree originarie delle zone tropicali. Si tratta di piante assai simili alle Rutaceae, dalle quali differiscono soprattutto per i fiori che sono qui unisessuali, e per la mancanza di ghiandole oleifere. Le foglie sono per lo più composte, pennate, spiralate o opposte, e prive di stipole. I fiori, riuniti in infiorescenze a spiga o a pannocchia, sono generalmente unisessuali, con perianzio formato da un calice per lo più gamosepalo di 5 elementi e una corolla con 5 petali liberi poco appariscenti. L’androceo è solitamente costituito da 10 stami, mentre il gineceo si compone di 4-5 carpelli, quasi completamente liberi o saldati in un ovario supero.
Il frutto è generalmente una noce che a volte può essere alata.
In Italia è presente una sola specie arborea, l’ailanto (Ailanthus altissima), un tempo coltivata per vari scopi (ornamento, rimboschimento, industria della seta, ecc.) e oggi naturalizzata in gran parte del paese e divenuta un’insidiosa infestante, talvolta in competizione con gli alberi autoctoni dei nostri boschi. Altri generi di notevole importanza, non presenti in Italia, sono Quassia, Picrasma e Simarouba, che comprendono specie arboree dalla cui corteccia si estraggono sostanze insetticide o di uso medicinale.

[Dipartimento di botanica - Università di Catania]


2 Erbe nelle Simaroubaceae

QUASSIA
Quassia amara L.F.

Tossicità

BASSA

SIMARUBA
Simarouba glauca DC

Tossicità

NESSUNA