Indietro  Scheda completa dell'erba

© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 11-07-2018

ROVO
Rubus hirtus W. et K.



LEGGERE LA SCHEDA IN TUTTE LE SUE SEZIONI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SULLE PRECAUZIONI D'USO

CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Rosidae
Ordine: Rosales
Famiglia: Rosaceae
Sottofamiglia: Caryophylloideae
Tribù: Rubeae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Mora, Rovo da more, Rovo canino, Rogo di macchia, Spina de sepe, Blackberry, Bramble, Ronce

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Rubus fruticosus L. var. glandulosus Fiori, Rubus trivialis Andr. Mich., Rubus glandulosus Auct.fl.ital. p.max.p. non Bellardi

DISTRIBUZIONE

[Immagine tratta dalle schede di ActaPlantarum]

DESCRIZIONE BOTANICA
ARBUSTO A FUSTO LEGNOSO RAMIFICATO ALLA BASE

FIORITURA O ANTESI
Maggio, Giugno, Primavera, Inizio Estate

COLORI OSSERVATI NEL FIORE
________ BIANCO

PERIODO BALSAMICO
Aprile, Settembre, Inizio Primavera, Fine Estate

DROGA UTILIZZATA
FRUTTI O SOROSII [MORE] E FOGLIE

ERBA ALTERNATIVA
AGRIMONIA

SAPORE
DOLCE-ASTRINGENTE

TOSSICITÀ
NESSUNA

CONTROINDICAZIONI
NESSUNA CONTROINDICAZIONE ALLE DOSI TERAPEUTICHE NORMALI ECCETTO IPERSENSIBILITA´ INDIVIDUALE.

EFFICACIA TERAPEUTICA
DIPENDENTE DALLE SPECIFICHE E DALLE FORME TERAPEUTICHE

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
BOCCA
CAVO ORO-FARINGEO
FARINGE E VIE AEREE SUPERIORI
FEGATO E VIE BILIARI
GOLA
INTESTINO
LARINGE
MUCOSE NASALI
ORGANI DIGESTIVI
ORGANI EMUNTORI
ORGANI GUSTATIVI
ORGANI VOCALI
RENI
SENI PARANASALI
SISTEMA NERVOSO ENTERICO
STOMACO
TESSUTO CUTANEO
TUBO GASTRO-ENTERICO
TUTTO IL CORPO
VENE
VENE EMORROIDARIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI
ooKALIMENTO
ooKINFEZIONI (CAVO OROFARINGEO)
ooKINFIAMMAZIONI (CAVO ORALE)
ooKSTOMATITE
+++DEPURATIVO DRENANTE
+++GASTROENTERITI
+++INFEZIONI (GASTROINTESTINALI)
+++LARINGITE E RAUCEDINE
++DIARREA
++DIARREA (ANTIDIARROICO ASTRINGENTE)
+AROMATIZZANTE
+COLLUTTORIO ASTRINGENTE ORO-FARINGEO
+FARINGITE E RINOFARINGITE
+FLEBITE E VENE VARICOSE
+LASSATIVO PURGANTE BLANDO
+STITICHEZZA O STIPSI

Proprietà antitumorali per Rubus hirtus W. et K.

ERBE SINERGICHE
LAMPONE

ESTRATTI
  • Rovo Macerato Glicolico 1DH
    Il gemmoderivato ha attività ipoglicemizzante. ipotensiva. osteoblastica e anti-sclerosante dell´organo [E.Campanini-Dizionario di fitoterapia e piante medicinali] L gtt 1-2 volte al giorno
  • Rovo Tintura Madre
    Preparata dalla foglia fresca tit.alcol.65° XL gtt 3 volte al giorno
  • Rovo foglie Tisana
    Uso interno: Infuso di 1.5 g in 1 tazza di acqua bollente Uso esterno: Decotto al 10% Più tazze al giorno

  • NOTE DI FITOTERAPIA
    Il frutto ha azione blandamente lassativa indicata in pediatria, i fiori hanno un'azione ipoglicemizzante mentre le foglie hanno azione astringente e antiinfiammatoria. Il gemmoderivato è utile per problemi uterini nella post-menopausa.

      PIANTA MELLIFERA

    CARATTERISTICHE DEL MIELE
    Miele monoflora di colore ambrato o ambrato scuro, odore e aroma di media intensità, di tipo "frutto maturo", confettura.
    [Autore: Dott.ssa Maria Lucia Piana]
    Tratto da: api.entecra.it - Consiglio per la ricerca e sperimentazione in agricoltura

    Produzione abbondante di polline di colore grigio-verde.

    FITOALIMURGIA (uso in cucina)
    Giovani getti:
     • sbucciati crudi in insalata  • cotti in frittate
    Radici:
     • lessate e lavorate in purè

    UTILE DA SAPERE
    FRUTTA ACIDULA
    La categoria della frutta acidula è ricca di acidi organici, in particolare di acido malico. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare ha azione alcalinizzante per l'organismo perché gli acidi deboli, con l'ossidazione, generano acido carbonico che, combinandosi con il Sodio e il Potassio nel sangue, forma carbonati e bicarbonati: questi aumentano la riserva alcalina dell'organismo, utile difesa occorrente a neutralizzare acidi diversi che possono formarsi in seguito a condizioni morbose. D'altra parte gli stessi acidi organici formano sali di vario tipo (es. ossalati) che possono essere di importanza rilevante in caso di calcolosi renale.
    Tratto da: Enrica Campanini "Dizionario di fitoterapia e piante medicinali"

    ANNOTAZIONI
    I Romani masticavano le foglie come astringente per le emorragie gengivali.



    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    REGALACI IL TUO CONTRIBUTO

    Image by
    PubMed GRIN database


    Autore: A.Tucci

    Autore: A.Tucci

    Autore: A.Tucci

    Autore: A.Tucci


    Foto e Immagini
    di ROVO
    su